Intervento di risanamento e restauro conservativo della copertura e della facciata Nord-Ovest di Palazzo Tadini

 

Grazie al sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del Bando “SOS PATRIMONIO” dal 12 gennaio prende avvio il progetto “L’Accademia Tadini: un museo al centro della comunità”. 

Con il restauro della copertura e della facciata Nord-Ovest si concluderanno gli interventi di recupero su Palazzo Tadini, la cui prima fase è stata realizzata tra il 2018 e il 2019  – grazie al sostegno del Comune di Lovere – con il ripristino dei colori originali sulla facciata principale dell’edificio.

Il restauro della copertura è finalizzato a garantire una maggior sicurezza sia strutturale, sia di tenuta all’acqua dell’edificio, adottando la strategia del minimo intervento e privilegiando il recupero dei materiali per favorire la sostenibilità ambientale.

L’obiettivo del restauro è quello di salvaguardare le sale del museo e le preziose collezioni, ma soprattutto di garantire al pubblico la fruibilità del patrimonio nel tempo. Il progetto di rifacimento della copertura, infatti, è la necessaria premessa per la riqualificazione degli spazi del sottotetto che permetterà in futuro di estendere la superficie espositiva e, quindi, di ampliare l’offerta culturale dell’Accademia Tadini.

Le diverse fasi di cantiere saranno affiancate da una serie di attività didattiche e di iniziative culturali, rivolte alla comunità e soprattutto al pubblico dei giovani e delle scuole, che saranno invitati a partecipare a incontri e workshop con i professionisti – il diagnosta, l’architetto, lo storico dell’arte – con l’intento di ampliare le loro competenze e soprattutto di acquisire una maggiore consapevolezza rispetto ai temi della tutela, della conservazione e del ruolo del patrimonio artistico nella costruzione dell’identità individuale e collettiva.

Per saperne di più scarica il comunicato stampa

Con il sostegno di:

Durata:

da ottobre 2022 a ottobre 2023

Intervento di risanamento e restauro conservativo della copertura e della facciata Nord-Ovest di Palazzo Tadini

 

Grazie al sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del Bando “SOS PATRIMONIO” dal 12 gennaio prende avvio il progetto “L’Accademia Tadini: un museo al centro della comunità”. 

Con il restauro della copertura e della facciata Nord-Ovest si concluderanno gli interventi di recupero su Palazzo Tadini, la cui prima fase è stata realizzata tra il 2018 e il 2019  – grazie al sostegno del Comune di Lovere – con il ripristino dei colori originali sulla facciata principale dell’edificio.

Il restauro della copertura è finalizzato a garantire una maggior sicurezza sia strutturale, sia di tenuta all’acqua dell’edificio, adottando la strategia del minimo intervento e privilegiando il recupero dei materiali per favorire la sostenibilità ambientale.

L’obiettivo del restauro è quello di salvaguardare le sale del museo e le preziose collezioni, ma soprattutto di garantire al pubblico la fruibilità del patrimonio nel tempo. Il progetto di rifacimento della copertura, infatti, è la necessaria premessa per la riqualificazione degli spazi del sottotetto che permetterà in futuro di estendere la superficie espositiva e, quindi, di ampliare l’offerta culturale dell’Accademia Tadini.

Le diverse fasi di cantiere saranno affiancate da una serie di attività didattiche e di iniziative culturali, rivolte alla comunità e soprattutto al pubblico dei giovani e delle scuole, che saranno invitati a partecipare a incontri e workshop con i professionisti – il diagnosta, l’architetto, lo storico dell’arte – con l’intento di ampliare le loro competenze e soprattutto di acquisire una maggiore consapevolezza rispetto ai temi della tutela, della conservazione e del ruolo del patrimonio artistico nella costruzione dell’identità individuale e collettiva.

Per saperne di più scarica il comunicato stampa

Sostieni il progetto

Il progetto L’Accademia Tadini: un museo al centro della comunità ha bisogno anche del tuo contributo. Sostienici con una donazione.

Tre buoni motivi per donare:

  • per contribuire alla salvaguardia di un patrimonio artistico e architettonico inestimabile
  • per essere protagonista nella storia del museo e della comunità
  • per continuare ad offrire attività educative e iniziative culturali per tutti