Un progetto di ricerca articolato per raccontare la storia del Museo, tra Otto e Novecento

Il progetto di ricerca, avviato nel 2013 e tuttora in corso, intende dar conto della fortuna critica della collezione attraverso carte, corrispondenza, appunti, pubblicazioni dei grandi critici d’arte che – tra Otto e Novecento – hanno percorso le sale del museo, da Giovanni Battista Cavalcaselle a Roberto Longhi.
Il progetto si articola in una serie di capitoli monografici affidati a giovani studiosi differenti che hanno come filo conduttore la capacità di mettere in rapporto le testimonianze conservate presso l’Accademia Tadini con fondi archivistici conservati in altre sedi e con lo spoglio della bibliografia. A conclusione delle ricerche, una pubblicazione darà conto dei risultati, mentre le informazioni raccolte andranno ad arricchire il dossier delle opere.

Il progetto si avvale della prestigiosa collaborazione dell’Università di Padova e del sostegno del Circolo Amici del Tadini, che ha finanziato tre borse di studio.

 

Struttura del progetto

  • Le Guide dell’Accademia (1828, 1837, 1903, 1929, 1969, 1992): per una storia della tipologia (da avviare)
  • Giovanni Battista Cavalcaselle in Accademia Tadini, ricerca completata, pubblicata in M. Grosso, “Col sacco a spalla”: l’Accademia Tadini nei taccuini di viaggio di Giovan Battista Cavalcasell, in Jacopo Bellini. La Madonna Tadini. Studi e ricerche intorno a un restauro (Quaderni dell’Accademia Tadini, 4), a cura di Marco Albertario, Antonio Mazzotta, Milano 2018 pp. 41-79.
  • Gustavo Frizzoni e l’Accademia Tadini: dal progetto di riallestimento all’accreditamento scientifico dell’istituzione, ricerca completata, pubblicata in Aiello, Gustavo Frizzoni e l’Accademia Tadini, in M. Albertario, B.M. Savy, Il giovane Paris / Il giovane Longhi. La pala Manfron dell’Accademia Tadini tra storia, critica, restauro, Milano 2020, pp. 155-162
  • Adolfo Venturi e l’Accademia Tadini nelle pagine della Storia dell’Arte.
  • Roberto Longhi e l’Accademia Tadini ricerca completata, pubblicata in B.M. Savy, Per la fortuna critica dell’Accademia Tadini: gli appunti di Roberto Longhi. Introduzione, trascrizione e note critiche, in M. Albertario, B.M. Savy, Il giovane Paris / Il giovane Longhi. La pala Manfron dell’Accademia Tadini tra storia, critica, restauro, Milano 2020, pp. 163-238
  • Roberto Longhi a Lovere (su Santa Maria in Valvendra come “snodo” possibile degli studi longhiani); ricerca completata, pubblicata in B.M. Savy, Romanino “per organo”. Musica e decorazione a Brescia nel Rinascimento, Padova 2015, pp. 25-31.
  • Bernard Berenson e l’Accademia Tadini (da avviare).
  • Fortuna visiva dell’Accademia Tadini: le campagna fotografica di Mario Sansoni per la Frick Art Reference Library (1939) e di Mario Berva risultano acquisite; da reperire la campagna fotografica di Giovanni Negri (inizio ‘900) e quella di Simone Magnolini (metà Novecento).
  • Wart Arslan a Lovere (da avviare).
  • La corrispondenza con gli studiosi (19..-1950) prevede il regesto delle carte conservate presso l’Accademia Tadini. La corrispondenza coinvolge, oltre ad alcuni dei critici già citati nel progetto, altre figure di insigni studiosi.
  • Federico Zeri e la Galleria di Lovere (in previsione per il 2021).
  • Le mostre storiche (1930- 1950) E’ stato compilato un regesto delle richieste, da integrare con un spoglio dei cataloghi delle mostre stesse.