Passaggio del Po, dell’Adda e del Mincio (7, 10, 30 maggio 1796)

Incisore: Franz Joseph Salwirk / Giuseppe Salvirch (Mollenberg, 1762– Milano, 1820) su disegno di Andrea Appiani (Milano, 1754 – 1817)

1796

bronzo

R 124

D: PASSAGE DU PO. DE L’ADDA ET DU MINCIO (nel cerchio esterno)

AN 4 REP. (nell’esergo)

I.S.F. (sotto il ponte, a destra)

R: À / L’ARMÉE D’ITALIE / LA PATRIE / RECONNAISSANTE / – / LOI DU 24. / PRAIRIAL / AN 4ME. REP..

Battaglia di Marengo e Restaurazione della Repubblica Cisalpina (14-15 giugno 1800)

Incisore: Carlo (Torino, 1765 – 1813) e Amadeo Lavy (Torino, 1777 – 1864), su disegno di Andrea Appiani

1800

argento

R 54, R 54 bis (due esemplari)

Rame

R 58

D: Nel centro, testa nuda di Napoleone Bonaparte primo console, sotto il taglio del collo: LAVY; a s. in basso: ANNO VIII. Legenda: BONAPARTE PRIMVS CONSVL.

R: Nel campo, a s., Ercole volto a d., in atto di sollevare l’Italia seduta a d., volta a s.; dietro, Vittoria a d., con ramo di palma, in atto di scrivere su scudo poggiato a trofeo con armi: HOSTIBVS / PROPE / MARENGVM / FVSIS /; sullo sfondo, a d., stella di Napoleone raggiante; all’esergo: REPVBLICA CISALPINA / RESTITVTA. Legenda Rovescio: XII MVNITISSIMIS OPPIDIS VNA DIE AD DEDITIONEM COACTIS. in basso, a s., nel taglio dell’esergo: A APP INV ed a d.: L F. (da sciogliere come: A[ndrea] App[iani] Inv[enit] e L[avy] f[ecit]).

Congiura contro la vita di Napoleone (24 dicembre 1800)

incisore: Luigi Manfredini (Bologna, 1771 – Milano, 1840) su disegno di Andrea Appiani

1804

Bronzo

R 055, R 055 bis

D: Legenda: BONAPARTE REIP ITAL PRAESES. (sul margine esterno); ANNO III (nel campo, in basso); L M (sotto, nel taglio del busto)
Ritratto di Napoleone di profilo, volto a destra; a sinistra una stella; dietro, stella;

R: DVX TVTVS AB INSIDIIS (sul margine esterno); sotto il taglio dell’esergo: L M (in basso)

Nel campo, a s.: le tre Parche e il Destino preservano la vita di Napoleone,

Comizi di Lione e costituzione della Repubblica Italiana (25 gennaio 1802)

Incisore: Luigi Manfredini su disegno di Andrea Appiani

1802

argento

R 059

D: SPEM BONAM CERTAMQVE DOMVM REPORTO. HOR. (sul margine esterno);

COMIZI. CISALPINI / IN LIONE A X. (all’esergo)

COS / CIS

L.M.F. (sul piano di appoggio della scena figurata)

Il Genio delle Arti e del Commercio (Mercurio?) presenta alla Repubblica Italiana la tavoletta con la costituzione. A sinistra, seduto, il Genio della Giustizia con bilancia.

R: VOTI PVBBLICI / PER LA PROSPERITA’ / ETERNA DELLA REPVBBLICA / CISALPINA ASSICVRATA / COLLA COSTITVZIONE / AVSPICE BONAPARTE.

Medaglia per la firma dell’armistizio tra Francia e Inghilterra (preliminiari per la Pace di Amiens, 25 marzo 1802)

incisore: Henry Kettle (documentato tra il 1780 e il 1801)

1801

bronzo

R 64

D: Nel campo al centro scudo con stemma inglese con dietro due spade incrociate; nel campo, in basso, al centro: SIGNED / OCTOBER 1ST 1801. Legenda: PRELIMINARES OF PEACE BETWEEN GREAT BRITAIN AND FRANCE.

R: Nel campo, al centro, Eirene, la Pace frontale, volta a d. regge con la mano d. distesa ramo di ulivo e con la d. al corpo cornucopia rovesciata che spande fiori e frutti. Nel campo, a d., marosi su cui due imbarcazioni ed a s., balla di mercanzia, botte sulla cui lunula: TO / FRANCE ed imbarcazione. All’esergo spighe intrecciate. THEY SHALL PROSPER THAT LOVE THEE

Posa della prima pietra della place Bellecour a Lione (21 giugno 1800)

incisore: Jean-Marie Chavannes (Lyon, 1766-1826)

Bronzo

R 116

D: Nel centro, busto di Napoleone in abito militare. Sotto il taglio del busto: CHAVANNE F. All’esergo: LES LYONNAIS / RECONN

Legenda:    Á BONAPARTE VAINQUEUR ET PACIFICATEVR

R: Legenda entro corona di quercia: LES X MESS / AN VIII / BONAPARTE / A POSÈ LA I.ERE PIERRE / DE LA GRAND PLACE / DE LYON / DE TRUIT / EN L’AN III [1800]

Medaglia commemorativa della pace di Luneville (9 febbraio 1801)

incisore: Johann Martin Bückle  (Geisslingen, 1742 – Durlach, 1811).

1801

bronzo

R 118

D: Nel centro, busto di Napoleone in abito militare; nel campo, sotto il taglio del busto: M BÜCKLE F

Legenda dritto: NAP AL BONAPARTE P P CONSVL PRIMVS

R: Nel campo, al centro, l Pace volante a s. regge con la mano d. protesa stendardo su cui PAX e con la s. ramo di ulivo; in basso, veduta di paesaggio egiziano; in basso, a d., nel taglio dell’esergo: B F. All’esergo: MENTE ET ARMIS PAX ALMA / LVNAEVILLAE 21 PLUV / A 9 REIP 9 FEBBR / 1801

Legenda rovescio: MARENGO HOHENLINDEN ABOVKIRA

Medaglia commemorativa dell’Istituzione della Legion d’Onore (19 aprile 1802)

incisore: Jean Bertrand Andrieu (Bordeaux, 1761 – Paris, 1822)

Louis Jaley (Tours – 1765 – Paris 1840)

1804

bronzo

R 117

D: Nel campo, al centro, testa laureata di Napoleone. Sotto il taglio del collo: ANDRIEU F

Legenda dritto: anepigrafe

R: Nel campo, al centro, decorazione della Legione d’Onore con al centro aquila e attorno: HONNEUR ET PATRIE ed in basso, al centro: DENOR DIR / JALEY F

Legenda rovescio: AVSPICE NEAPOLEONE GALLIA RENOVATA

Medaglia per l’incoronazione di Napoleone re d’Italia (26 maggio 1805)

incisore: Luigi Manfredini su disegno di Giuseppe Bossi (Busto Arsizio, 1777 – Milano, 1815)

1805

rame dorato, con appiccagnolo aggiunto

R 120

rame

R 121

D: Nel centro, testa laureata di Napoleone a s.; nel campo, in basso, sotto il taglio del collo: L M

Legenda dritto: NAPOLEO GALLORVM IMPERATOR ITALIAE REX

R: Nel campo, a s., l’Italia turrita, stante a d., regge con la mano s. cornucopia ricolma di fiori e frutta e con la d. protesa corona ferrea in atto di porla sul capo di Napoleone a d., in abiti classici, con spada nella mano s. e mano d. protesa, in atto di giuramento, su cippo al centro, cu cui rotolo; nel campo, a s. elmo, a d. caduceo. Nel taglio dell’esergo: L M . All’esergo: D XXIII MAII A MDCCCV

Legenda rovescio: VLTRO

Medaglia per la presa di Vienna (12 novembre 1805)

incisore: Luigi Manfredini su disegno di Giuseppe Bossi

1805

argento

R 057

bronzo

 R 119

D: a centro, testa di Napoleone a s., con elmo laureato, con stella sulla visiera, ornato da aquila, fulmine alato e serpente; nel campo, in basso a d. sotto il taglio del collo: L M. Legenda dritto: “NAPOLEO I GALL IMP ITAL REX GERMANICVS RVTHENICVS” .

R: Nel campo a s. figura femminile paludata (Vienna?), seduta su terreno, volto a d., in atto di sconforto; nel campo, a d. trofeo con scudo ornato da aquila bicipite con sotto lettere F II ed in basso, a d., sopra il taglio dell’esergo L M. All’esergo: MEDIOLANI. R: “VINDOBONA CAPTA ANNO MCCMV”.

Medaglia in memoria di Napoleone

Incisore: Antoine Bovy (Ginevra,1795 circa – 1877)

1840

bronzo

R 63

D: Nel campo al centro Napoleone in abito da generale. Sotto il taglio del profilo: A. BOVY; legenda NAPOLEON EMPEREUR.

R: Nel campo al centro memoriale di Napoleone a Sant’Elena, circondato da salici piangenti. Sullo sfondo paesaggio montuoso. A d. soldato che fa la guardia al monumento da una guardiola. Legenda rovescio: MÉMORIAL DE S.TE HELENE 5 MAI MDCCCXXI PARIS 15 DEC. MDCCCXL.

Medaglia di Sant’Elena

Incisore: Désiré-Albert Barre (Parigi, 1818 – Parigi, 1878)

1857

bronzo

R 121 

D: Nel campo, al centro, profilo della testa laureata di Napoleone

Legenda dritto:    NAPOLEON I EMPEREVR

R: Legenda: A / SES COMPAGNONS / DE GLOIRE / SA DERNIÈRE / PENSÉE / S. TE HÈLÉNE / 5 MAI / 1821

Legenda rovescio: CAMPAGNES DES 1792 AU 1815


Per saperne di più:

A. L. Millin, Histoire métallique de Napoléon ou recueil des médailles et des monnaies qui ont été frappées depuis la première campagne de l’armée d’Italie jusqu’à son abdication en 1815, Londres 1819

J. V. Millingen, Supplement, Londres 1821

G. Gorini, Andrea Appiani disegnatore di medaglie (1754 – 1816), in La Medaglia neoclassica in Italia e in Europa, atti del IV Convegno Internazionale di Studio sulla Storia della Medaglia (Udine, Palazzo Belgrado, Palazzo del Torso, 20 – 23 giugno 1981), Udine 1984, pp. 227-236

D. Pescarmona, Il medagliere napoleonico e le sue fonti grafiche, in Museo novarese. Documenti, studi e progetti per una nuova immagine delle collezioni civiche, catalogo della mostra (Novara, Arengo del Broletto, 20 giugno -22 novembre 1988) a cura di M.L. Tomea Gavazzoli, Novara 1987, pp. 374-381

G. De Martini, Medaglie e gettoni di età francese e napoleonica nelle collezioni dei Civici Musei pavesi, in “Bollettino della Società Pavese di Storia Patria”, 1993, vol. XLV, pp. 333-346

A. Zanchi, Andrea Appiani, Bologna 1995, pp. 47-58

R. Martini, Catalogo delle medaglie delle Civiche Raccolte Numismatiche. V. secoli XVIII – XIX. 1. Rivoluzione francese – Epoca napoleonica (1789-1815), Milano 1997

D. Pescarmona, Il contributo della Zecca di Milano alla formazione del Medagliere napoleonico, in Bonaparte a Verona, catalogo della mostra (Verona, Museo di Castelvecchio, 20 settembre 1997-11 gennaio 1998), a cura di G.P. Marchi, P. Marini, Venezia 1997, pp. 171-175

A. Pillepich, Republique Cisalpine – Royaume d’Italie. Napoleon Bonaparte (1796-1814). De l’administration générale de Lombardie à la fin du Royaume d’Italie: l’histoire selon les medailles (Iconografica. Quaderni del Centro Culturale Numismatico Milanese, fasc. 7), Milano 2001

S. Borlandelli, Napoleone a Novara, in La memoria di Napoleone. Storia e collezionismo nella Novara dell’Ottocento, a cura di M. Albertario, S. Borlandelli, Novara 2007, pp. 19-99

S. Mara, Giuseppe Bossi e l’iconografia napoleonica, considerazioni a margine di un inedito ritratto di Napoleone re d’Italia, in La fine di una capitale, atti del seminario di studi (Milano – Villa Reale, Sala da Ballo – 3/4 dicembre 2014) a cura di E. Pagano, E. Riva, Milano 2019, pp. 171-186

L. Faverzani, La medaglistica napoleonica nella collezione Tosio, in Dante e Napoleone. Miti fondativi della cultura bresciana del primo Ottocento, catalogo della mostra (Brescia, Palazzo Tosio – Ateneo di Brescia. Accademia di scienze, Lettere e Arti, 5 maggio – 15 dicembre 2021), a cura di R. D’Adda e S. Onger, Milano 2021, pp. 141-147 e 148-157

 

Marco Albertario