homepage > Biblioteca d'arte dell'Accademia Tadini

Biblioteca d'arte dell'Accademia Tadini


La Biblioteca d'Arte dell'Accademia Tadini


Accanto ai fondi raccolti nella Biblioteca Storica, aperta al pubblico nel 2012, la Fondazione Accademia di Belle Arti Tadini Onlus dispone di una biblioteca specialistica di storia dell'arte che sarà presto aperta al pubblico per la consultazione.

La Biblioteca si è formata principalmente grazie alla generosa donazione effettuata, nel 2016, dal restauratore Antonio Benigni.

Antonio Benigni (Bergamo, 1939) dopo aver frequentato la scuola Andrea Fantoni e l'Accademia Carrara a Bergamo, si è formato come restauratore presso il laboratorio di Mauro Pellicioli.

Ha lavorato per numerosi musei pubblici tra Lombardia e Veneto (dalla Pinacoteca di Brera al Castello Sforzesco a Milano, dalle Gallerie dell'Accademia a Cà Pesaro a Venenzia). A Bergamo è intervenuto sulle opere dell’Accademia Carrara, dai primitivi all'Ottocento, da Giorgione a Tiziano, Lotto, Carpaccio, Romanino, Foppa, Moroni, Canaletto, Guardi, Tiepolo. Di grande importanza l’intervento di recupero sui due dipinti murali realizzati da Sironi presso il Palazzo delle Poste a Bergamo.

il suo laboratorio è stato un importante punto di riferimento per lo studio dei dipinti di collezioni pubbliche e private. A supporto di questa attività, Antonio Benigni ha raccolto un buon numero di libri venendo così a formare, nel tempo, una biblioteca specialistica che raccoglie cataloghi di musei e di mostre, monografie e approfondimenti su singoli artisti.

Nel 2016 Antonio Benigni ha deciso di donare la sua biblioteca all’Accademia Tadini, che si è impegnata a catalogarla e a renderla fruibile da parte del pubblico.

Il Circolo Amici del Tadini, che ha reso possibile il trasferimento e l’ordinamento del fondo librario, ha dato anche la propria disponibilità a garantirne l’apertura.