homepage > Un'opera, una storia - Ritratto di lady Hamilton come Diana

Opere


Ritratto di lady Hamilton come Diana

Filippo Tagliolini (Fogliano di Cascia 1745 - Napoli 1809) - ultimo decennio del XVIII secolo
biscuit, 21x17,5 (con cornice)
H 571
Un’elegante incisione a lettere capitali lungo il bordo, in basso a destra recita "TERESA TALANI. D. D." ed è da sempre stata considerata come la firma dell’autore della raffinata placchetta in biscuit (il solo rilievo misura 15x11,5 cm).
Del medaglione si conosce un secondo esemplare nella collezione di Mario Praz (M. Praz 1979; P. Rosazza Ferraris 2008), che nel riferirlo a Teresa Talani, suggeriva una interpretazione del personaggio ritratto come Lady Emma Hamilton (1765-1815), la celebre avventuriera inglese che, dopo il matrimonio con lord Hamilton, animava a Napoli un salotto culturale celebre per le sue interpretazioni di famose opere d'arte antica e moderna (per un profilo cfr. M. Praz, Emma Liona, in Gusto Neoclassico, 1939, ed. cons. 2003, pp. 291-296). La donna sarebbe ritratta in veste di Diana.
Si deve però ad A. Gonzalez-Palacios (2009) l'osservazione che l'opera, che dipende da un cammeo di Teresa Talani conservato presso il British Museum (HG.442), non possa essere ricondotta all'attività della Talani, nota esclusivamente come intagliatrice di gemme, ma debba piuttosto essere ricondotta alla Real Fabbrica di Porcellane di Napoli, e probabilmente, per la sua qualità, a Filippo Tagliolini, che ricopriva il ruolo di capo-modellatore. I rapporti tra Tagliolini e il conte Tadini sono tra l'altro documentati dalla presenza dello straordinario Giudizio di Paride, oltre che di due teste dall'antico. L'acquisto potrebbe risalire al soggiorno napoletano del conte Luigi Tadini del quale non sono documentati, a onor del vero, contatti con Lady Hamilton, ma che piace pensare abbia potuto assistere ad una delle sue celebri rappresentazioni. La cornice, originale, è in legno intagliato e dipinto.
Marco Albertario
 
Per saperne di più:
 
 M. Praz, La casa della vita, Milano 1979, p. 168
A. Gonzalez-Palacios, Casa Praz diventa reggia, in "Il Sole 24 ore", 2009
P. Rosazza Ferraris, Museo Mario Praz. Inventario topografico delle opere esposte, Roma 2008, p. 113 scheda 267