homepage > - Presentato il programma della stagione concertistica 2019 dell'Accademia Tadini

Notizie


Presentato il programma della stagione concertistica 2019 dell'Accademia Tadini

sabato 27 aprile 2019

Primo appuntamento sabato 27 aprile, con il Quartetto di Sassofoni Accademia, che festeggia i 35 anni di attività, formato da Gaetano Di Bacco, Enzo Filippetti, Giuseppe Berardini, Fabrizio Paoletti. Il Quartetto ha tenuto più di 1500 concerti in Italia e all’estero svolgendo 70 tournée in 26 Paesi ed è considerato a livello internazionale tra i gruppi italiani più apprezzati e più attivi nel suo genere. Più di 70 le opere a loro dedicate da alcuni fra i compositori più noti, anche  la loro attività discografica consta di una dozzina di compact disc per Nuova Era, Dynamic, Edipan, Iktius, BMG-Ariola, Paganmusic e Riverberi Sonori. Per la carriera svolta è stato insignito del prestigioso “PREMIO SCANNO”, XXXIX edizione. In programma musiche  di Bach, Rossini, Françaix, Romero Gershwin, Escaich

Giovedì 2 maggio, “Fantasia per due” con il duo formato da  Claudio Piastra chitarra e Vincenzo Balzani pianoforte. In programma musiche di: Rodrigo, Scarlatti, Rossini, Debussy,  Ravel, De Falla, Diabelli, Castelnuovo-Tedesco. Claudio Piastra, direttore artistico delle attività musicali della Tadini da diversi anni, è chitarrista internazionale con oltre 1000 concerti in tutto il mondo, 20 cd’s e pubblicazioni editoriali. Per l’occasione si presenterà in duo con Vincenzo Balzani, interprete fra i più rappresentativi della Grande Scuola Pianistica Italiana e docente apprezzato in tutto il mondo, da alcuni anni presenza costante nelle attività musicali dell’Accademia: ricordiamo il suoi applauditissimi recital,  i master di alto perfezionamento Piano Campus di Pianofriends e i “Tadini International Competition” di cui è  docente e direttore artistico. .

Terzo concerto lunedì 6 maggio, omaggio alla Spagna “Aires de España” e presentato da una insolita formazione il duo di arpe formato da José Antonio Domené e Davide Burani, in programma  musiche di: Boccherini, Soler, Blanco, Granados, Turina, Thomas, De Falla. Un programma di grande suggestione offerto da due artisti fra i più rappresentativi delle loro generazioni.  Entrambi prime arpe soliste di importanti formazioni orchestrali, vantano numerose registrazioni discografiche e un’intensa attività concertistica.

Il quarto appuntamento sabato 11 maggio  vedrà ospite una pianista di eccezione, nominata recentemente “Artista Unesco” Elisso Bolkvadze in un programma interamente dedicato alle musiche di Chopin. Autentica star del pianoforte dal suo debutto e dalla vittoria in alcuni dei più prestigiosi Concorsi internazionali si è avviata ad una cariera internazionale coronata, fra l’altro, con la nomina ad artista Sony e che le ha consentito di esibirsi in ogni angolo del mondo. Di lei il grande direttore d’orchestra Zubin Mehta dopo un recital ebbe a dire “Sono rimasto molto impressionato dalla Sua musicalità e dal completo controllo che Lei ha del suo strumento”. Il concerto è organizzato  in collaborazione con il Lions Club Lovere e Vallecamonica.

Lunedì 20 maggio protagoniste le “Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi” nell’esecuzione dei  "Solisti dell’ Orchestra Filarmonica del Teatro La Fenice”. I musicisti che formano l’Ensemble della Filarmonica del Teatro  La Fenice di Venezia vantano collaborazioni con i più importanti direttori d’orchestra, cantanti e solisti e sono autentici rappresentanti della cultura italiana nel mondo. Nella formazione con archi e cembalo oltre alle Stagioni presenteranno un Concerto per due violini solisti e archi di Johann Sebastian Bach in ricordo del direttore don Gino Angelico Scalzi e dei suoi 50 anni di direzione dell'Accademia Tadini.

 Domenica 26 maggio “Magie e virtuosismi a 8 corde”. L’occasione per ascoltare un duo affascinante formato da due virtuosi quali Giovanni Ricciardi al violoncello e Giuseppe Ettorre al contrabbasso con musiche di Pleyel, Rossini, Bottesini e Bach. Giuseppe Ettorre dal 1991 è Primo contrabbasso solista del Teatro alla Scala di Milano, ha collaborato con i Berliner Philarmoniker e con alcune fra le più importanti orchestre del mondo unendovi un’ intensa attività concertistica e discografica solistica e cameristica spesso insieme ad artisti e gruppi di fama internazionale. Giovanni Ricciardi è stato docente alla Hochschule di Mannheim e tiene regolarmente Master di alto perfezionamento. Ha ricoperto il ruolo di primo violoncello in numerose formazioni orchestrali ed è invitato regolarmente a tenere concerti in tutto il mondo fra cui il Tchaikowsky Festival, Berlin Festspiele, JCE Festival, Lugano Festival, Festival du Théatre du Rond- Point ( Parigi) Festival d’ Avignon, Holland Festival (Amsterdam).
Il concerto offerto dall’ Associazione “ Amici del Tadini” sarà anche l’occasione di vedere ed ascoltare il contrabbasso settecentesco dell’Accademia.