homepage > - L'Accademia Tadini si fa bella

Notizie


L'Accademia Tadini si fa bella

lunedì 25 febbraio 2019

Sono cominciati i lavori di restauro e riqualificazione delle facciate di palazzo Tadini. I lavori coinvolgono l’affaccio sul lungolago in via Tadini, piazza Garibaldi e via Oprandi e comporteranno la pulitura, il consolidamento e il recupero degli intonaci, con uno studio dei colori originali della facciata. Saranno inoltre sostituiti in conformità a quanto fatto fino ad ora tutti i serramenti della facciata prospiciente il lungolago.

Sul lato di piazza Garibaldi, oltre alla riqualificazione della facciata opposta al monumento dell’eroe dei due mondi, sarà riqualificata la pavimentazione del marciapiede recuperando le grandi pietre e sostituendo quelle fortemente deteriorate.

L’intervento si estenderà al porticato su tutta la sua lunghezza; saranno sistemate anche le parti ammalorate delle colonne, stuccato, ritinteggiato e con un arredo interno omogeneo.

All’interno, sono stati avviati i lavori allo scalone monumentale, con il recupero delle quattro statue dei puttini con gli emblemi delle arti, e alla Sala dei Concerti, dove si partirà dal restauro del pregevole pavimento in terrazzato alla veneziana.

L’Accademia Tadini prosegue nel percorso avviato nel 2012 con l’intervento sulle sale delle porcellane (2011), il recupero della biblioteca storica (2013), il restauro della Galleria delle armi e delle sale dedicate alle sculture e all’archeologia (2016), fino all’ultimo intervento - da poco concluso - nella “Sala gotica” (2018) che ospiterà la Madonna Tadini di Jacopo Bellini al suo rientro dall’esposizione al Castello sforzesco di Milano. Ma questi lavori serviranno anche ad aprire la Galleria a una più ampia fruizione in occasione di matrimoni e di eventi speciali, facendone uno dei centri della comunità.

L’intervento è sostenuto da un determinante contributo del Comune di Lovere che ha permesso di sottoscrivere un finanziamento da destinare alla realizzazione del progetto. L’obiettivo è di concludere i lavori entro Pasqua per l’apertura annuale al pubblico della Galleria e per dare inizio alla 92ma stagione dei concerti di musica classica.

Soddisfatto è il presidente Roberto Forcella che può realizzare ancora delle opere importanti che resteranno non solo alla comunità loverese, ma saranno godute anche dai molti visitatori dell’Accademia Tadini.

I lavori sono diretti dalla Soprintendenza Archeologia Belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, seguiti dall’arch. Marco Agliardi e dagli ingegneri Mario Cottinelli e Attilio Gualeni, sotto la supervisione del direttore dr. Marco Albertario.