“Venendo dalla valle Cavallina, appena si vede il lago d'Iseo, che si presenta allo sguardo Lovere e particolarmente lo Stabilimento dedicato alle belle arti, il quale si ritrova al cominciar del paese.
È questo un vasto fabbricato lungo 142. braccia milanesi. ...
Nell'ingresso si trova tosto la gran scala, ... che porta al piano nobile dello Stabilimento. ...
Salita la scala sì entra nella gran sala destinata ad Accademie e ad altre pubbliche feste.
In questa sala incomincia la galleria dei quadri ...”
 
     (Dalla Descrizione del conte Luigi Tadini,1828)



NEWS


Presentato il programma di Note di colore, giunto ormai all'ottavo appuntamento.

Note di colore, il tradizionale appuntamento con la creatività dedicato ai bambini e alle loro famiglie, è giunto alla sua ottava edizione.

L'appuntamento è per domenica pomeriggio, alle ore 15.00, presso la Sala dei colori dell’Accademia (con ingresso da via Tadini 40, sotto i portici del lungolago), L'incontro sarà animato dagli educatori museali di Girarte.

In cantiere tante novità: scopri il calendario e i temi dei laboratori!

Ti ricordiamo che:

Gli incontri sono a numero chiuso: l’ingresso è consentito fino ad esaurimento posti (max. 25 persone).

Per consentire a tutti un migliore svolgimento del laboratorio, dopo le 17.00 non sarà più consentito l’accesso alla sala.

Il laboratorio ha un costo di 5 euro a bambino.

Per prenotare, o per informazioni: 349 4118779, oppure didattica@accademiatadini.it



“Tutti in maschera!”: primo appuntamento con Note di colore 2019

È arrivato il Carnevale: gli amici di Girarte vi aspettano domenica 24 febbraio, dalle ore 15.00 presso la Sala dei colori dell’Accademia Tadini (con ingresso da via Tadini 40) per inventare agli amici di Girarte insieme simpatici scherzi e realizzare divertenti e colorate maschere con cui travestirci.

Per chiudere in dolcezza festeggiamo con una piccola, ma golosa merenda!

il prossimo appuntamento sarà per domenica 31 marzo.

 



L'Ecce Homo di Francesco Hayez esposto a Forlì alla mostra sull'Ottocento italiano

L'Ecce Homo di Francesco Hayez, uno dei doni fatti dal grande pittore alla nipote Carlotta Martinolli, sposa del notaio e patriota loverese Enrico Banzolini, è esposto alla mostra Ottocento. L'arte dell'Italia tra Hayez e Segantini, curata da Fernando Mazzocca e Francesco Leone presso i Musei San Domenico, Forlì (9 febbraio al 16 giugno 2019).

 

 



Prorogata la mostra "Venezia 1450. Intorno alla Madonna Tadini di Jacopo Bellini".

113.671 persone hanno visitato, tra il 10 ottobre e il 13 gennaio, l'esposizione "Venezia 1450" presso la Pinacoteca del Castello Sforzesco a Milano. A fronte del successo dell'iniziativa, il prestito della Madonna Tadini di Jacopo Bellini è stato prorogato al 3 marzo.

Intanto, concluso il restauro condotto da Silvia Conti, continua l'allestimento della sala dove - riprendendo il progetto del conte Luigi Tadini - sarà ricollocato il dipinto, che sarà inaugurata in occasione della riapertura del Museo. I lavori sono stati finanziati da Regione Lombardia e Fondazione Comunità Bergamasca e con il contributo del Circolo Amici del Tadini, Lions Club Lovere, di Lucchini r.s., FG Elti, e di alcuni privati.



per scoprire "L'incanto svelato. L'arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù"

Il prestito in occasione di una mostra è sempre un’importante occasione di valorizzazione del patrimonio.

Quattro opere provenienti dalla collezione del conte Luigi Tadini sono state richieste per la mostra L’incanto svelato. Arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù organizzata dalla Fondazione Comunità Bergamasca e da Fondazione Cariplo a Bergamo, presso Palazzo Polli Stoppani, curata da Elena Lissoni e Lucia Molino.

Ne parlano giovedì 17 gennaio, alle ore 20.30 presso la Sala degli Affreschi dell’Accademia Tadini (con ingresso da piazza Garibaldi 5) la curatrice della mostra, dr.ssa Elena Lissoni, e Marco Albertario, direttore della Galleria dell’Accademia Tadini.



L’incanto svelato. Arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù

Quattro opere provenienti dalla collezione del conte Luigi Tadini sono esposte alla mostra L'incanto svelato, organizzata dalla Fondazione Comunità Bergamasca e da Fondazione Cariplo a Bergamo, presso Palazzo Polli Stoppani, curata da Elena Lissoni e Lucia Molino.

Il percorso espositivo comprende il calamaio in bronzo a forma di granchio, restaurato per l'occasione, calco dal vero di scuola padovana di inizio Cinquecento; una Vanitas (Putto con teschio, specchio e civetta) restituito da Fiorella Frisoni all'ambito di Guercino, un importante Ritratto di Isaac Newton, opera di pittore inglese di metà Settecento, con una curiosa storia alle spalle, e lo straordinario nucleo di sei tazze in porcellana di Capodimonte dipinte da Giovanni Caselli e acquistate dal conte Tadini nell'ambito del suo viaggio a Napoli.

L'incanto svelato. L'arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù,
 

Bergamo, palazzo Polli Stoppani, via San Giacomo 9

1 dicembre 2018 - 24 febbraio 2019:

orari di apertura:

giovedì e venerdì, ore 16.00-19.00;
sabato e domenica, ore 10.00-19.00.

Ingresso libero