“Venendo dalla valle Cavallina, appena si vede il lago d'Iseo, che si presenta allo sguardo Lovere e particolarmente lo Stabilimento dedicato alle belle arti, il quale si ritrova al cominciar del paese.
È questo un vasto fabbricato lungo 142. braccia milanesi. ...
Nell'ingresso si trova tosto la gran scala, ... che porta al piano nobile dello Stabilimento. ...
Salita la scala sì entra nella gran sala destinata ad Accademie e ad altre pubbliche feste.
In questa sala incomincia la galleria dei quadri ...”
 
     (Dalla Descrizione del conte Luigi Tadini,1828)



NEWS


Uno spazio teatrale

Il “Circolo Amici del Tadini”, in vista della gita a Padova prevista per il giorno 25 febbraio, vi propone un incontro su

“La Loggia Cornaro e il modello cinquecentesco della scena – portico”

tenuto dalla prof.ssa Maria Ines Aliverti

giovedì 22 febbraio, ore 20.30

Accademia Tadini, Sala degli Affreschi, piazza Garibaldi 5, Lovere

Ingresso libro e aperto a tutti gli interessati

 

Il complesso Cornaro è una delle espressioni artistiche tra le più importanti del Cinquecento padovano. Giunto nel 1968 in legato testamentario al Comune di Padova dalla contessa Giulia Giusti del Giardino, nata Bianchini d'Alberigo, fa parte del sistema museale civico.



La raccolta di strumenti musicali del’Accademia Tadini

L'Accademia Tadini conserva un corpus di strumenti musicali, formatosi per soddisfare le esigenze dell'Istituto in merito alla didattica della musica.  Un primo quadro di sintesi è offerto da Alessandro Restelli, Strumenti musicali all’Accademia di Belle Arti “Luigi Tadini” di Lovere, in «Fonti Musicali Italiane», vol. 22/2017, pp. 263-278.



Apertura al pubblico 2018

La Galleria dell'Accademia Tadini aprirà al pubblico sabato 31 marzo 2018, con il consueto orario:

Nel mese di aprile:
Sabato 15.00 – 19.00; domenica e festivi 10.00 – 12.00; 15.00 – 19.00

Da maggio a settembre:
Da martedì a sabato 15.00 – 19.00; domenica e festivi 10.00 – 12.00; 15.00 – 19.00

nel mese di ottobre
Sabato 15.00 – 19.00; domenica e festivi 10.00 – 12.00; 15.00 – 19.00.

La Galleria chiuderà domenica 28 ottobre 2018.

Domenica 1 aprile, festa di Pasqua, in occasione dell'iniziativa Domenica al Museo, l'ingresso sarà gratuito.



Un paralume rumoroso. Riletture contemporanee dei "Cadavres exquis" surrealisti

Venerdì 12 gennaio, alle ore 20.00, presso l’Atelier del Tadini (ingresso da via Giorgio Oprandi) inaugura la mostra Un paralume rumoroso. Riletture contemporanee dei “Cadavres exquis” surrealisti, curata da Giorgia Novellini, organizzata dall'Accademia di Belle Arti di Brescia “SantaGiulia”.

Inventato nel 1924 dal leader e padre-padrone del movimento surrealista, André Breton, il cadavre exquis (“cadavere squisito” o “eccellente”, in traduzione italiana) può essere definito come un vero e proprio gioco surrealista, nel quale la componente ludica  – che pure è evidente e molto importante – è soprattutto un pretesto per creare un’opera collettiva e riflettere contestualmente sulle potenzialità di un’applicazione “corale” dei principi del Surrealismo.

Il progetto curato da Giorgia Novellini nell'ambito dell'elaborazione della sua tesi specialistica in Comunicazione e Didattica dell’Arte dell'Accademia di Belle Arti di Brescia “SantaGiulia” ha coinvolto numerosi studenti afferenti a Scuole diverse dell'Accademia, grazie alla collaborazione della Direzione e dei docenti.

La mostra sarà apera dal 12 al 21 gennaio 2018, con il seguente orario: giovedì-domenica, ore 16.00-18.00.

 

 

 

 



Giacomo Ceruti il Pitocchetto: la pittura "della realtà" tra scena di genere e ritratto

Giovedì 9 novembre Filippo Piazza, conservatore del Museo Camus di Breno e curatore, insieme a Francesco Frangi, della mostra La realtà dello sguardo. Ritratti di Giacomo Ceruti in Valle Camonica (aperta fino al 7 gennaio), terrà una incontro di presentazione sulla prsenza di Giacomo Ceruti sul territorio.

Appuntamento è presso la Sala degli Affreschi dell'Accademia Tadini, piazza Garibaldi 5, Lovere, alle ore 20.30.



La riscoperta di Giorgio Oprandi, pittore delle colonie

L'Accademia Tadini ha avviato un percorso di ricerca dedicato al pittore loverese Giorgio Oprandi. Punto di partenza è la nuova biografia dell'artista, risultato del percorso di ricerca di Silvia Capponi, della quale si anticipano alcuni risultati nella scheda dedicata al pittore.

Chi fosse in possesso di documenti relativi alla biografia di Giorgio Oprandi o di sue opere è cortesemente invitato a segnalarli contattando l'Accademia Tadini all'indirizzo direzione@accademiatadini.it, oppure chiamando il numero 035 962780.