“Venendo dalla valle Cavallina, appena si vede il lago d'Iseo, che si presenta allo sguardo Lovere e particolarmente lo Stabilimento dedicato alle belle arti, il quale si ritrova al cominciar del paese.
È questo un vasto fabbricato lungo 142. braccia milanesi. ...
Nell'ingresso si trova tosto la gran scala, ... che porta al piano nobile dello Stabilimento. ...
Salita la scala sì entra nella gran sala destinata ad Accademie e ad altre pubbliche feste.
In questa sala incomincia la galleria dei quadri ...”
 
     (Dalla Descrizione del conte Luigi Tadini,1828)



NEWS


"Noi, Picasso e cose cubiste". La mostra degli allievi della Scuola di disegno

La mostra presenta alcuni lavori realizzati dai giovani allievi della Scuola di disegno dell’Accademia Tadini nell'ambito del corso tenuto da Renata Besola, artista e arteterapeuta.

Il progetto, partito lo scorso anno con lo studio e la realizzazione degli elaborati sul pittore Modigliani, prosegue quest’anno con Picasso.

L’occasione della realizzazione della mostra è sempre motivo di grande soddisfazione per tutto il gruppo dei giovani artisti “ALATI*”: tutto si concentra in questo momento di condivisione e diventa motivo di ulteriore stimolo per ricominciare un nuovo anno accademico.
 

Ricordiamo che la mostra, allestita nella Galleria dell'Accademia Tadini (Biblioteca), sarà aperta da sabato 14 settembre a domenica 27 ottobre 2019, da martedì a sabato, ore 15.00-19.00, domenica ore 10.00-12.00, 15.00-19.00.



Il Manierismo a Crema. Un ciclo di affreschi di Aurelio Buso restituito alla città

La mostra Il Manierismo a Crema. Un ciclo di affreschi di Aurelio Buso restituito alla città, realizzata dal Museo Civico di Crema e del Cremasco, presenta al pubblico i un ciclo di dipinti murali, rara testimonianza superstite dell’opera del cremasco Aurelio Buso de Capradossi (Crema, 1505 circa - post 1582).
Il risultato di questo lavoro viene ora condiviso con la cittadinanza attraverso questa mostra realizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Cremona, Lodi e Mantova e il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova.

La mostra è collegata alla grande mostra Giulio Romano a Mantova. Con nuova e stravagante maniera poiché Aurelio Buso fu attivo a Mantova nel cantiere di Palazzo Te nel 1531, proprio assieme a Giulio Romano.

La mostra sarà aperta dal 20 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020 presso il Museo Civico di Crema e del Cremasco, piazzetta Terni de Gregory, 5, Crema.



Strade e percorsi tra Alto Sebino, Val Cavallina, Val Borlezza e Valle Camonica dalla Preistoria al Medioevo

Il settore nord-orientale della Provincia di Bergamo è un osservatorio privilegiato per analizzare, partendo dalle vie di comunicazione, le dinamiche che legano territori con caratteristiche e potenzialità economiche differenti.

L’esistenza a nord di importanti comparti minerari come quello della Val Grigna, dell’Alta Valcamonica, della Valle di Scalve, dell’Alta Valle Seriana e della Val Parina, la morfologia caratterizzata da montagne e laghi e, contemporaneamente, il facile accesso alla pianura hanno nei millenni condizionato gli insediamenti umani ed i percorsi che, grazie a questo ruolo di raccordo, hanno ricoperto nel tempo una funzione centrale.

Un territorio di cerniera, dunque, che reca ancora oggi i segni più o meno visibili di questa importante storia.

La giornata di studi a cura di Cristina Longhi e Marco Albertario che si svolgerà a Lovere il 12 ottobre 2019, seguita domenica 13 ottobre da un sopralluogo sul sito Madonna della Torre a Sovere, intende porre l’accento su questo peculiare aspetto.

Il progetto è stato elaborato in sinergia tra la Rete PAD - Percorsi Archeologici Diffusi, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia (Sabap BG BS), in collaborazione con il Comune di Sovere.

Per saperne di più scarica la locandina.



Dopo duecento anni La Religione di Antonio Canova torna a Roma

Dopo 200 anni torna a Roma il bozzetto della Religionedi Antonio Canova.

Il bozzetto è esposto alla mostra Canova. Eterna bellezza (Roma, Palazzo Braschi Museo di Roma, 09/10/2019 - 15/03/2020) a cura di Giuseppe Pavanello.

Il bozzetto, donato ai Tadini intorno alla metà degli anni '90 del Settecento, sarebbe stato spedito solo nel 1808. Come sottolinea lo stesso Antonio D'Este in una lettera, possedere un bozzetto di Canova, era un privilegio che pochi in Italia potevano vantare. Tra questi, il bozzetto loverese è forse l'unico ad essere ancora conservato nella collezione d'origine.

Da qui l'eccezionalità del prestito concesso dall'Accademia Tadini in occasione della mostra romana.

 



Orari di apertura nel mese di ottobre

Nel mese di ottobre, la Galleria dell'Accademia Tadini di Lovereo osserverà il seguente orario di apertura:

Sabato 15.00 – 19.00; domenica e festivi 10.00 – 12.00; 15.00 – 19.00

E' possibile programmare visite fuori orario, secondo il Regolamento del Museo, contattando il numero 349 4118779.

Domenica 6 ottobre, nell'ambito dell'iniziativa "Domeniche al Museo" promossa dal MIBACT, l'ingresso sarà gratuito.

A partire da domenica 27 ottobre la Galleria sarà aperta su appuntamento per visite guidate o per lo svolgimento di attività concordate con i Servizi educativi.



Scuole di Disegno e di Musica

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di disegno dell'Accademia Tadini e di musica  dell'Associazione Luigi Tadini per l'anno scolastico 2019-2020. Le domande si ricevono dal 25 settembre al 4 ottobre p.v.