“Venendo dalla valle Cavallina, appena si vede il lago d'Iseo, che si presenta allo sguardo Lovere e particolarmente lo Stabilimento dedicato alle belle arti, il quale si ritrova al cominciar del paese.
È questo un vasto fabbricato lungo 142. braccia milanesi. ...
Nell'ingresso si trova tosto la gran scala, ... che porta al piano nobile dello Stabilimento. ...
Salita la scala sì entra nella gran sala destinata ad Accademie e ad altre pubbliche feste.
In questa sala incomincia la galleria dei quadri ...”
 
     (Dalla Descrizione del conte Luigi Tadini,1828)



NEWS


Terzo appuntamento con le Note di Colore 2017

Domenica 17 settembre, alle ore 15.00, presso la Sala dei Colori dell'Accademia Tadini (con ingresso da via Tadini 40, sotto i portici del lungolago) terzo appuntamento della sesta edizione di “Note di colore”, l'appuntamento, rivolto ai bambini dai 6 ai 13 anni e alle loro famiglie.

come in una macchina del tempo  ... viaggeremo per scoprire come vivevano gli antichi romani.

per saperne di più ... prosegui la lettura ...



La realtà dello sguardo. Ritratti di Giacomo Ceruti in Valle Camonica

Il Ritratto d'uomo con boccale di Giacomo Ceruti e il Ritratto di frate di Paolo Maria Bonomino sono esposti dal 16 settembre al 7 gennaio alla mostra "La realtà dello sguardo. Ritratti di Giacomo Ceruti in Valle Camonica", a cura di Filippo Piazza, allestita presso il Museo Camuno CaMus, via Garibaldi 8, Breno.

La mostra, organizzata da Associazione Cieli Vibranti, sostenuta dal Distretto Culturale di Valle Camonica, dal Comune di Breno e da Fondazione Comunità Bresciana, intende ripercorrere, a 250 anni dalla scomparsa di Giacomo Ceruti (Milano, 1698-1767) presenta l’attività di ritrattista che il grande pittore svolse in Valle Camonica.
 

Orari

Dal lunedì al venerdì: ingresso su prenotazione e gruppi scolastici

Sabato e domenica: 9.00 - 12.00 / 15.00 - 18.00

Ingresso libero

Aperture straordinarie:

1 novembre, 8 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio

Ogni primo venerdì del mese apertura serale dalle 19.00 alle 22.00

Per informazioni e visite guidate

030395803

www.cielivibranti.it

 

 



Domenica al Museo

Domenica 3 settembre, nell'ambito dell'iniziativa "Domenica al Museo", l'ingresso alla Galleria dell'Accademia Tadini sarà gratuito.

Ultima occasione per vedere, oltre al percorso della Galleria, la mostra dedicata a "Dionigi Castelli e l'Egitto. Cronaca di un viaggio di fine Ottocento".

Vi aspettiamo!

 



“Braghe, corsetti e gorgiere. Appunti di storia della moda nei ritratti dell'Accademia Tadini.”

Venerdì 1 settembre, alle ore 21.00, ultimo appuntamento con l'Estate di sere incantate dell'Accademia Tadini. La Galleria sarà aperta dalle ore 21.00 alle ore 24.00, con ingresso ridotto a 5 euro.

I visitatori potranno partecipare, alle ore 21.15, alla conversazione condotta da Gian Luca Bovenzi, studioso di storia della moda e del tessuto, che proporrà una nuova lettura di una serie di ritratti conservati nelle sale della Galleria. Una lettura con un "taglio" diverso ...

Per saperne di più ...



Appuntamenti per l'estate 2017

Gli appuntamenti di agosto

Domenica 6 agosto e domenica 3 settembre, Domenica al museo: ingresso gratuito.

Torna la rassegna estiva Un'estate di sere incantate, con cinque appuntamenti serali nelle sale della Galleria. Le sale della Galleria apriranno al pubblico dalle ore 21.00 alle ore 24.00 venerdì 4, 11, 18, 25 agosto, e il 1 settembre.

L'ingresso sarà ridotto a 5 euro, e il ricavato delle serate servirà a finanziare il restauro di un dipinto della Galleria. I visitatori potranno inoltre partecipare alle iniziative previste.



Scoprire il Sebino con la "mappa" giusta

11 itinerari tematici, 16 percorsi storici nei centri urbani, 119 proposte di lettura di chiese, palazzi, ville nei sedici comuni del 16 sedici: questi, in sintesi, i dati dei Percorsi di valorizzazione del patrimonio culturale del Sebino, un progetto coordinato dall'Accademia Tadini con la collaborazione di molti validi studiosi, presentato lo scorso anno.
I documenti possono essere consultati sul sito www.iseolake.info, e sono liberamente scaricabili.

Per saperne di più, vai alla pagina Mappa del Sebino.